Torri costiere e sviluppo turistico, molte le proposte

2108428695_c4436009f7

TRESNURAGHES. Torri costiere in Planargia, patrimonio da salvare. Questo il tema di un convegno che si è svolto venerdì su iniziativa della Pro loco e del Comune, in collaborazione con il Cnr di Cagliari. Tanti gli esperti che hanno rilevato la necessità di salvaguardare le torri costiere attraverso un restauro conservativo che preservi gli antichi baluardi dall’erosione e dalla forza del tempo. Un campo sul quale si sta spendendo la Conservatoria delle coste, rappresentata all’incontro da Tiziano Lai. Dal 2007 ha sottolineato, la Conservatoria delle coste è impegnata in progetti di sviluppo e salvaguardia dell’ambiente naturale e insieme al Cnr ha attuato il progetto For Acces volto al ripristino e al rilancio turistico delle oltre 100 torri costiere della Sardegna. Da qui nasce l’esigenza per le Torri di Tresnuraghes e di Bosa, affinchè attraverso un’azione politica forte, passino dalla proprietà del demanio statale a quello regionale. Soltanto in questo modo la Conservatoria potrà impegnarsi nella riqualificazione delle Torri planargesi.

Momento centrale del convegno è stata la presentazione del progetto Le Torri Multimediali delineato attraverso una presentazione video dall’architetto Olindo Merone e da Giovanni Serrali del Cnr-Isem, dove per l’appunto, attraverso la creazione di un sistema web che metta in connessione le torri della Sardegna è possibile far rivivere dall’interno delle fortificazioni la storia e lo sviluppo torriero Sardo. La torre di Chia è stato il primo esempio di allestimento multimediale che ha favorito un approccio turistico e ha fatto sì che la torre divenisse un’interfaccia per presentare al pubblico il fitto sistema comunicativo delle torri che per oltre cinque secoli hanno protetto le nostre coste.

Tra le varie esperienze di cui si è parlato, c’è stato l’esempio portato da Davide Ticca responsabile del gruppo Full Outdors sports di Macomer che promuove la disciplina del nordik walking. Dopo l’esperienza dello scorso settembre a Tresnuraghes, lungo il Sentiero delle Torri organizzato sempre dalla Pro loco, ha proposto la nascita del nordik walking park che nel resto dell’Europa e della Penisola sta portando tantissime persone ad affrontare, muniti di bacchette, percorsi naturalistici all’interno di scenari mozzafiato, come appunto quello di Tresnuraghes. Possibilità quest’ultima che coinvolge l’intero comparto turistico, in particolare le strutture ricettive convenzionate.(a.m.)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...