Convegno su archeologia e sviluppo

viaggi-file-5514-600-500

STINTINO. L’archeologia può essere uno strumento per sviluppare il turismo? Le esperienze di Petra di Giordania possono essere di ispirazione anche in in Sardegna? Saranno questi alcuni degli interrogativi ai quali cercherà di rispondere il convegno internazionale dal titolo “Archeologia, bioarcheologia e beni culturali: rapporto tra ricerca e sviluppo del territorio” in programma a Stintino, oggi e domani nella sala consiliare. Il meeting sarà l’occasione per mettere a confronto esperti internazionali sull’archeologia, per parlare delle esperienze isolane, nazionali e straniere, di bioarcheologia e archeologia e turismo. Tra gli ospiti l’ambasciatore della Giordania in Italia, Zaid Al Lozi.

Il workshop, appuntamento conclusivo degli “Incontri stintinesi 2013”, si inserisce all’interno del progetto di valorizzazione culturale e ambientale del Nord Ovest Sardegna che il comune di Stintino sta portando avanti già dallo scorso anno. Un progetto che ad agosto dello scorso anno ha visto coinvolti nella firma di un protocollo di accordo numerosi enti pubblici (Comuni di Stintino, Sorso, Porto Torres, Castelsardo, la Direzione generale della Soprintendenza per i Beni culturali e paesaggistici della Sardegna e l’Agenzia regionale per la Conservatoria delle coste, parchi del Nord Ovest Sardegna (Parco dell’Asinara e Parco di Porto Conte,) e l’Ateneo turritano con l’obiettivo di creare una rete tra istituzioni per la promozione del territorio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...